Società della Salute Alta Val di Cecina
Consorzio Pubblico di funzioni
Borgo San Lazzero, 56048 Volterra (PI)

Avvisi

Avviso per la presentazione dei progetti per la "Vita Indipendente"

Si avvisa che a partire dal 30/03/2012_al 30/04/2012 (1 mese) è aperta la possibilità, per gli aventi diritto, di presentare le domande per il progetto “Vita indipendente” annualità 2012, che prevede un finanziamento ai progetti finalizzati per garantire il diritto ad una vita indipendente alle persone, di età compresa fra 18 ed i 65 anni, in possesso della certificazione di gravità ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge n. 104/92.

Sono anche ammessi alla presentazione dei progetti tutti coloro che risultano beneficiari del contributo di Vita Indipendente nella Fase Pilota prevista dalla D.G.R.T. n. 1166/2009

Vista la Delibera della Giunta Regionale n. 146 del 27 febbraio 2012 ad  oggetto “Vita Indipendente: approvazione dell` Atto di indirizzo per la predisposizione dei progetti di Vita Indipendente attivati mediante l`assunzione di assistente/i personale/i. Avvio della Fase a regime”.

Premesso che l'Atto di indirizzo per la predisposizione dei progetti di "vita indipendente attivati mediante l’assunzione di  assistente/i personale/i", allegato A) della D.G.R.T. n. 146 del 27 febbraio 2012, di cui è parte integrante e sostanziale, si ispira all’articolo 19 “Vita indipendente e inclusione nella società” della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità alle quali si riconosce il diritto di vivere nella società, con la stessa libertà di scelta delle altre persone per favorirne l’ integrazione e la partecipazione;

Che le persone con disabilità devono poter scegliere su base di uguaglianza con gli altri, il proprio luogo di residenza, dove e con chi vivere; devono avere accesso ad una serie di servizi a domicilio o residenziali e ad altri servizi sociali di sostegno, compresa l’assistenza personale necessaria per consentire loro di vivere nella società e di inserirvisi ed impedire che siano isolate o vittime di segregazione;

si dispone quanto segue:

I progetti che s’intenderanno presentare, per l’anno 2012, dovranno essere necessariamente coerenti  con  l’Atto di indirizzo per la predisposizione dei progetti di "vita indipendente attivati mediante l’assunzione di  assistente/i personale/i", di cui sopra che ne individua i soggetti destinatari e fornisce indicazioni per la predisposizione dei progetti di Vita Indipendente.

REQUISITI

·      I destinatari del progetto Vita Indipendente sono esclusivamente le persone disabili residenti in Toscana, con capacità di esprimere direttamente, o attraverso un amministratore di sostegno, la propria volontà, di età compresa fra 18 ed i 65 anni, e tutti coloro che risultano beneficiari del contributo di Vita Indipendente nella Fase Pilota ( ex D.G.R.T. n. 1166/2009), in possesso della certificazione di gravità ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge n. 104/92, che intendono realizzare il proprio progetto di vita individuale attraverso la conduzione delle principali attività quotidiane compreso l’esercizio delle responsabilità genitoriali nei confronti di figli a carico, e/o attività lavorative in essere o in progetto, e/o attività scolastico-formative finalizzate a configurazioni lavorative.

Allo scadere dei termini di età previsti, le persone inserite nel progetto di Vita Indipendente potranno essere mantenute, previa valutazione da parte della UVM competente, nel progetto di Vita Indipendente;

  • La persona con disabilità sceglie e assume direttamente, con regolari rapporti di lavoro, il/i proprio/i assistente/i, ne concorda direttamente mansioni, orari e retribuzione e ne rendiconta, su richiesta, la spesa sostenuta a questo titolo. Appare evidente, quindi, come anche il reperimento e la preparazione dei propri assistenti personali, diventino elementi fondamentali al fine di concretizzare un vero progetto di Vita Indipendente;
  • Non è previsto assumere parenti e/o affini, entro il terzo grado, nel ruolo di assistente/i personale/i;
  • La titolarità e la responsabilità nella scelta e nella gestione del rapporto di lavoro è esclusivamente del richiedente. A suo carico sono anche gli oneri assicurativi e previdenziali riguardanti gli assistenti impiegati che devono essere coperti dall'importo riconosciuto.

·        La persona con disabilità deve essere consapevole che l'assunzione di assistenti personali, in forma privata e diretta, comporta un suo impegno nel ruolo di datore di lavoro e la regolarizzazione della tipologia contrattuale di lavoro prescelta, con tutti i diritti e i doveri che ne conseguono;

  • L’intervento consiste nell’assegnazione di un contributo mensile, il cui importo viene stabilito con riferimento agli obiettivi, alle azioni definite nel singolo progetto ed alle risorse rese disponibili dalla Regione, a partire da € 800,00 fino alla misura massima di € 1.800,00 mensili;

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

I progetti, predisposti utilizzando l’apposito modulo di domanda reperibile presso i PUNTI INSIEME dislocati nei Presidi Distrettuali della Zona Alta Val di Cecina, andranno presentati in busta chiusa con la seguente dicitura “Progetto di vita indipendente – anno 2012”.

Essi dovranno essere inviati entro il 30.04.2012 al  Direttore Società della Salute  Zona Alta Val di Cecina – Borgo S. Lazzero, 5 – 56048 Volterra (PI), oppure inviati tramite e-mail ai seguenti indirizzi di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

AMMISSIONE E VALUTAZIONE DEI PROGETTI

I progetti redatti dagli aventi diritto sull’apposito modulo di domanda e pervenuti per effetto del presente avviso con tutta la documentazione necessaria richiesta dall'allegato A) della D.G.R.T. n. 146 del 27 febbraio 2012, saranno esaminati e valutati dall’UVM (Unità di Valutazione Multidisciplinare), avvalendosi della “Scheda di presa in carico delle caratteristiche individuali, familiari ed ambientali”. Verrà definito il  PAP (progetto assistenziale personalizzato) ai sensi della L.R. n. 66/2008, con specifica attenzione al conseguimento di obiettivi di "Vita Indipendente",  parità di opportunità ed integrazione sociale, per garantire il diritto ad una vita indipendente alle persone con disabilità permanente e grave limitazione dell' autonomia personale nello svolgimento di una o più funzioni essenziali della vita, non superabili mediante ausili tecnici.

 

Le azioni previste nel PAP sono indirizzate nei seguenti ambiti:

• cura della persona: alzarsi, lavarsi, vestirsi, mangiare, ecc.;

• assistenza personale: nelle attività domestiche, sul lavoro, per lo studio, ecc.;

• interventi per l’accessibilità e la mobilità: spostamenti, commissioni, uscite, ecc.;

v     La valutazione, da parte delle UVM, dei singoli progetti produrrà una graduatoria definita in base al punteggio complessivo risultante dagli indicatori previsti nella “Scheda di presa in carico delle caratteristiche individuali, familiari ed ambientali”. L’erogazione del finanziamento avverrà sulla base dell’ordine della graduatoria e sulla base delle risorse disponibili.

 

v     L’erogazione del contributo mensile decorre dalla data di assunzione dell’assistente/i personale/i dietro presentazione del relativo contratto di lavoro. L’ultima mensilità sarà relativa al mese di dicembre 2012, fatta salva l’eventuale proroga dei contributi sulla base delle risorse finanziarie assegnate al soggetto erogatore ed ancora disponibili dopo tale data..

 

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI

 

I dati personali conferiti saranno trattati nell’ambito di questo procedimento e per le operazioni previste dalla legge. Il trattamento avviene manualmente e con strumenti informatici da parte di personale appositamente incaricato del trattamento dati.

L’interessato potrà esercitare in qualsiasi momento il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiedere la rettifica, l’aggiornamento, il blocco e la cancellazione, se incompleti, sbagliati o trattati in modo diverso da quanto previsto dalla legge o dal regolamento che disciplinano il procedimento per i quali sono stati raccolti o con quanto indicato nella presente informativa.

 

INFORMAZIONI PROCEDIMENTALI

 Per informazioni riguardo al presente avviso è possibile rivolgersi ai PUNTI INSIEME :

  • Sportello di Pomarance - tel. 0588/62453
  • Sportello di Larderello - tel 0588/91501
  • Sportello di Ponteginori - tel 0588/37416
  • Sportello di Volterra - tel. 0588/91719

Nencioni Stefania - tel. 0588/91865

Matteoli Monica Maria - tel. 0588/91662

 

Scarica il modulo in PDF per la presentazione del progetto.