Donne e salute

Al via i seminari di approfondimento di "Donne e Salute", organizzati dalla Società della Salute dell’Alta Val di Cecina in collaborazione con la cooperativa sociale Agape. Gli incontri si svolgeranno a Volterra presso la "Casa Torre Toscano", in Piazzetta San Michele il 17 e 24 febbraio e il 5 marzo dalle ore 15 alle ore 17 e a Pomarance presso il Teatro dei Coraggiosi il 31 marzo e il 16 aprile sempre con orario dalle 15 alle 17.

Le tematiche affrontate saranno per Volterra in ordine di date: Quali esami per la salute, Alimentazione e salute delle donne, La menopausa; per Pomarance sempre in ordine di date: Cuore di donna – Tumore al seno.

I seminari, tenuti da un docente qualificato, sono finalizzati ad orientare alla rete delle opportunità e dei servizi territoriali e sui temi della salute delle donne.

Le prime destinatarie sono le donne immigrate, ma sono comunque aperti a tutte le donne interessate e si caratterizzano per una informazione generale e di carattere preventivo su varie tematiche che riguardano la salute al femminile. Alle partecipanti saranno consegnate preziose dispense, tradotte in varie lingue, relative agli argomenti trattati.

L’iniziativa nasce nell’ambito del progetto "C&C – Cura e Cittadinanza-Alta Val di Cecina" che prevede anche un percorso di approfondimento per qualificare le competenze di donne migranti in assistenza familiare.

Scarica la brochure in formato PDF

 

Sportelli Informagiovani e Sportelli informativi per stranieri dell’Alta Val di Cecina

L'Azienda USL 5 di Pisa intende procedere all’affidamento dei seguenti progetti:

  • progetto “Sportelli informativi per stranieri dell’Alta Val di Cecina - anno 2011”
  • progetto “Sportelli Informagiovani dell’Alta Val di Cecina - anno 2011

Per la realizzazione di ciascun progetto di interesse locale, l’Azienda intende stipulare una convenzione con un soggetto del Terzo Settore individuato ai sensi di cui all’art. 17 della L.R.T. 41/2005.

Per la stipula della convenzione è condizione necessaria la presentazione di un progetto, per il quale si rinvia alle specifiche tecniche contenute in allegato. Il progetto deve pervenire, a mezzo raccomandata A/R, entro e non oltre le ore 12 del giorno 15.02.2011 all’Azienda USL 5 di Pisa – zona Alta Val di Cecina, Borgo San Lazzero 5, 56048 Volterra.

L’Ufficio Protocollo rimane aperto dal Lun – Ven dalle 8.00 alle 13.30

Il Responsabile del procedimento è la Dr.ssa Giorgia Tacconi tel. 0588 – 91615 fax 0588 – 87488.

Scarica la documentazione completa

Modulistica per aderire agli organi di partecipazione

Nella sezione Partecipazione sono disponibili i moduli per manifestare il proprio interesse per aderire al Comitato di Partecipazione ed alla Consulta del Terzo Settore della Società della Salute dell'Alta Val di Cecina.

Vai alla sezione Partecipazione e scarica i moduli.

Proroga per le domande di adesione alla Consulta del Terzo Settore e al Comitato di Partecipazione

In riferimento al rinnovo dell'adesione alla Consulta del Terzo Settore e al Comitato di Partecipazione della Società della Salute dell'alta Val di Cecina, informiamo i soggetti in indirizzo che il termine per la presentazione delle domande è stato prorogato al 31.12.2010

Per qualsiasi domanda e/o informazione vi invitiamo a contattare i nostri uffici.

Vai alla sezione Partecipazione e scarica i moduli.

Cordiali saluti,

Segreteria Tecnica Società della Salute Alta Val di Cecina

Proposta Revisione Statuto

In data 13.10.2010 la Giunta della Società della Salute Alta Val di Cecina ha proposto la modifica dello Statuto.

Gli articoli oggetto della modifica riguardano il Collegio Sindacale e gli Organismi di Partecipazione. Rispetto al Collegio Sindacale la modifica intende recepire i suggerimenti derivati dai confronti con gli uffici regionali, prevedendo il Collegio Sindacale indipendentemente dal fatto che la Società della Salute attui o meno una gestione diretta.

Rispetto agli Organismi di Partecipazione le modifiche previste sono dettate dall'esigenza di accelerare la fase di ricostituzione e garantire una loro maggiore partecipazione attiva in vista della necessità di ripartire con la nuova programmazione nel 2011.

Vedi la proposta di modifica dello statuto